​​

Svezia

  • Deposito definitivo sub-superficiale per rifiuti a bassa e media attività (Forsmark): In esercizio (1988)

  • Deposito temporaneo di lungo periodo per rifiuti ad alta attività (Oskarshamn): In esercizio (1985)

  • Deposito geologico di profondità per rifiuti ad alta attività (Östhammar): Licensing – esercizio previsto per il 2025

 
Dal 1988 i rifiuti a bassa e media attività vengono sistemati definitivamente a 50 metri di profondità nel deposito SFR (SlutFörvaret főr kortlivat Radioaktivt avfall, Deposito Finale per i rifiuti Radioattivi a breve vita) di Forsmark, situato presso l’omonima centrale nucleare, nella municipalità di Östhammar.
 
La struttura è costituita da silos e gallerie costruite sotto il Mar Baltico a una distanza di 1 km dalla costa, accessibile dalla terraferma tramite un tunnel. Il Deposito ha una capacità di 65 mila metri cubi di rifiuti.
 
Attualmente il combustibile irraggiato si trova al CLAB (Centralt Lager för Använt Bränsle, Stoccaggio Centralizzato per il Combustibile Irraggiato), vicino alla centrale elettronucleare di Oskarshamn.
 
La Svezia ha avviato il processo per la localizzazione e realizzazione di un deposito geologico per i rifiuti ad alta attività.
Si sono proposte per ospitare la struttura entrambe le municipalità di Östhammar e Oskarshamn. Alla fine è stato selezionato il sito di Sőderviken, nella municipalità di Östhammar.
Nel giugno 2015 l’Autorità di Controllo (SSM) ha pubblicato un rapporto preliminare sul progetto presentato dalla SKB, giudicato positivo sia in termini di realizzazione che di sicurezza radiologica a lungo termine. La SSM trasmetterà al Governo il proprio giudizio definitivo sul progetto entro il 2017.
 
I lavori di costruzione dovrebbero iniziare nel 2016 e l’entrata in esercizio del deposito, nel quale i rifiuti radioattivi saranno collocati ad una profondità di 500 metri, è prevista per il 2025.
 
​​